home page riccionealtre ville riccione contatti


Villino Graziosi

riccione-006

Cè un giardino ben tenuto, una breve scala principale conduce a un portico d’ingresso. Interessanti i decori intrecciati sulle pareti, al di sopra delle arcate: piccole imprese di angiolini e tritoni con girali fitomorfe, decori chiari, appena un po’ stinti, su fondo rossiccio.

Sono motivi assai diffusi che traggono origine dall’antico e vengono poi ripresi e usati in accademie o nelle arti applicate. Di essi si ritrovano ampie tracce anche nelle tradizionali decorazioni a ruggine romagnole adoperate nella stampa su tela (Santarcangelo, Gambettola, Meldola).
Il progetto della villa fu depositato in Comune nel 1932 e si deve al geometra Rodesindo Pozzi. Architetto di Misano Adriatico, si laureò all’Università di Bologna nelle Facoltà di Agraria (1920-21). Attualmente la villa manca degli stemmi lavorati in ferro della ricca famiglia Graziosi, posti nelle inferriate. Esternamente la villa conserva in discreto stato gli affreschi in stile Liberty con le iniziali del Dott. Graziosi.
Del villino sono conservati i disegni originali presso il Comune di Riccione.

riccione-006 spzriccione-006



 

 

 

Con il patroncinio di: